Skip to main content

Il potenziale del canto

WORKSHOP con THOMAS RICHARDS e i membri del THEATRE NO THEATRE

2,3 e 4 febbraio 2024 a Elf Teatro

 

Attraverso un lavoro sulla relazione tra precisione e organicità, il workshop punterà a dissotterrare le potenzialità creative di ogni partecipante, concentrandosi su azione, movimento, ritmo, canto e sulla voce vivente.
I partecipanti saranno guidati da Thomas Richards e i suoi colleghi del Theatre No Theatre in una particolare esperienza dell’intreccio fra voce, impulso e azione, che è stato al centro della sua ricerca del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards per più di trent’anni e che ora continua con Theatre no Theatre (www.theatrenotheatre.com– @theatrenotheatre).

L’esplorazione si svolgerà lungo due direttrici:
-verrà proposto un lavoro pratico basato su canti provenienti dalla tradizione afro-caraibica e africana, che consentirà di esplorare l’impatto che determinate qualità vibratorie, ritmiche e melodiche possono avere sulle persone che cantano.
 i partecipanti saranno invitati a lavorare su canti e/o testi che loro stessi avranno portato all’incontro, per investigarne la natura, cercare una specifica linea viva che questi materiali potrebbero rivelare e il loro potenziale come strumenti creativi.

THOMAS RICHARDS:

Laureato in Bachelor of Arts presso l’Università di Yale, con un Master in Arts presso l’Università di Bologna e un Dottorato presso l’Università di Parigi VIII, Richards è stato direttore artistico del Workcenter di Jerzy Grotowski e Thomas Richards per 23 anni. Arrivato in Italia con Grotowski nel 1986 per la creazione del centro di ricerca, Richards inizia come assistente e diventa presto il leader di uno dei team di lavoro, poi diventa il “collaboratore essenziale” di Grotowski fino a quando nel 1996, Grotowski decide di cambiare il nome da Workcenter di Jerzy Grotowski a Workcenter di Jerzy Grotowski e Thomas Richards. Al Workcenter, Richards e Grotowski conducono una ricerca conosciuta come “Art as Vehicle” (L’arte come veicolo), nome che gli è stato dato da Peter Brook. Dopo la morte di Grotowski, Richards continua a sviluppare questa linea di ricerca sulle arti performative.

Richards ha diretto numerose creazioni al Workcenter, tra cui Downstairs Action, Action, The Letter, The Living Room, The Underground, in cui è stato anche attore, così come Sin Fronteras, Gravedad e Han!.

È l’autore di Al lavoro con Grotowski sulle azioni fisiche (Ubulibri, 1993), The Edge- Point of Performance (Documentation Series of the Workcenter of Jerzy Grotowski, 1997) e Au cœur d’une Pratique (Actes Sud, 2016), tutti e tre pubblicati in diverse lingue.

Nel febbraio 2022, dopo la chiusura del Workcenter, Jessica Losilla-Hébrail e Hyun Ju Baek, colleghi di lunga data di Richards al Workcenter, insieme a Thomas Richards fondano l’Associazione Culturale Theatre No Theatre, che eredita la sua esistenza artistica direttamente dal Workcenter e ha come principale obiettivo sostenere la nuova ricerca sulle arti performative di Thomas Richards. Con il team di Theatre No Theatre, Richards continua a dirigere numerosi workshop e a presentare le sue creazioni in tutto il mondo (Han!, The Inanna Project, Just a Little Too Much e Scapegoats).